Toggle navigation
Blog

Speciale Sardegna 2021

6 consigli (isolani) d'autore

C:\fakepath\Progetto senza titolo (64).png


Prima di partire, mentre siete in viaggio o se state progettando una fuga last minute, questi sei consigli d'autore vi potranno essere utili per immergervi nella magica atmosfera della Sardegna. Lontani dalle resse, fuori dagli schemi, evitando il turismo di massa e le solite mete care e affollate. A piedi, in barca o in bici? Comunque la vivrete, quest'isola vi stregherà. 

"Non sono sardo. Non sono barbaricino. Almeno all’anagrafe. Il mio cuore, però, batte per questa terra che ne contiene tante in una sola. Anche i miei piedi sentono di toccare un suolo amico quando calpestano quelle foreste, valli, montagne. Gli amici che ho già laggiù, quelli nuovi che spero di incontrare nelle prossime camminate, mi perdonino in partenza per gli eventuali errori, anzi sono sicuro che ci saranno, soprattutto nelle parole e negli accenti usati per identificare e indicare luoghi: la lingua che si parla su quest’isola, le abbreviazioni, contrazioni si rincorrono, scontrano, confondono. O almeno confondono talvolta me, che non le so sempre riacciuffare tutte e bene. Questa non è una guida, ma una storia di affetto per la Barbagia soprattutto e un po’ per l’Ogliastra, dalle quali ho sempre ricevuto tanta genuina passionalità, e che ho voluto così, con questo racconto, ricambiare." BARBAGIA E' LIBERTA'. Viaggio nel cuore della Sardegna di Luca Bergamin

"Qui non troverete tutte le isole italiane, ma un personale isolario sentimentale. L’ordine non risponde a criteri geografici, ma di relazione affettiva. Le isole non sono disposte da nord a sud o da est a ovest, non sono classificate in base alla loro origine. Sono ordinate per esperienze vissute, per apparizioni notturne, per navigazioni reali o fantastiche, assecondando i voleri capricciosi del vento." [...] "A Capo Sandalo lo spettacolo è grandioso. Il faro è un dolmen ottocentesco, la più occidentale delle lanterne italiane. Quattro lampi bianchi ogni venti secondi, speranza e conforto nelle notti tempestose, visibile da sudovest a nordovest. Adesso, di fronte a me, nel controluce l’isolotto del Corno è una vela nera, alla cappa nella tempesta. I marosi lo battono senza tregua e lo sommergono a intervalli regolari. Il Maestrale è onnipotente. Come animale selvatico cerco rifugio, dal vento e dal sole, sotto un profumatissimo ginepro." ISOLARIO ITALIANO. Storie, viaggi e fantasie di Fabio Fiori

L’Italia è ricca di cammini, non è facile orientarsi per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, gusti e preparazione fisica. Se state progettando un cammino qui, Fabrizio Ardito nel suo ultimo libro ve ne propone due: il Cammino di Santu Jacu, da Cagliari a Porto Torres Lungo: uno dei tratti più affascinanti del grande itinerario giacobeo in terra di Sardegna. I punti di partenza/arrivo sono Cagliari/Porto Torres, il numero delle tappe è 26 e i chilometri complessivi sono 470. E il Cammino Minerario di Santa Barbara, una lunga via nel cuore della Sardegna delle miniere, tra coste selvagge e colline solitarie, memorie del lavoro e forza della natura. Punto di partenza/arrivo è Iglesias, il numero di tappe 30 e i chilometri complessivi 498. Se avete tempo a disposizione e siete preparati fisicamente, sarà senz'altro un'esperienza che non dimenticherete facilmente... A CIASCUNO IL SUO CAMMINO. Scegliere un viaggio a piedi in Italia di Fabrizio Ardito

Se siete più tipi da città, se dopo una giornata al mare avete voglia di mescolarvi alla gente del posto, visitarne i quartieri, conoscerne le tradizioni, vi suggeriamo due guide che vi aiuteranno ad orientarvi ma che certo non potranno sostituirsi alla vostra curiosità: fermatevi, chiedete, osservate e seguite le deviazioni che le vostre sensibilità vi suggeriranno. Questa è una Cagliari che non vi aspettate: la prima tappa è Giorgino, uno dei rioni marini della città, situato a ovest e circondato dalla laguna di Santa Gilla, lungo la Costa degli Angeli. L’isola nell’isola, Giorgino è il quartiere che forse più di tutti mantiene una forma sociale inviolata dal tempo. Chi per la prima volta entra in contatto con i suoi abitanti ha la sensazione di trovarsi dentro una piccola città invisibile, dove l’immaginazione ha un ruolo imprescindibile, non corrotta da un turismo di tipo intensivo o dallo stress di una comunicazione frenetica. È sufficiente una passeggiata o una chiacchierata sul lungomare per percepire la distanza col resto della città, per sentirsi all’interno di una grande bolla protettrice. Ma non è forse l’isolamento geografico (un chilometro dal resto della città), quanto piuttosto le dinamiche sociali e storiche a far pensa re al viaggiatore d’aver finalmente trovato il gioiello raro del Mediterraneo. GIORGINO (Cagliari / Villaggio dei pescatori). Deviazioni inedite raccontate dagli abitanti di Riverrun

E poi vi invitiamo a recarvi a Sant'Elia, borgata popolare ai margini di Cagliari. In questa guida anomala gli abitanti cucinano e si raccontano affiancati dal cuoco-filosofo Don Pasta dando forma a un cookbook sui generis straripante di energia e variopinta umanità. Alle ricette si mischiano aneddoti e personaggi di un multiforme universo fatto di storie del passato, tipicità del presente e visioni di futuri possibili. Qui potrete fare esperienza diretta e intima del posto, entrando in contatto con gli abitanti e i loro luoghi dell'anima. SANT'ELIA (Cagliari). Deviazioni inedite raccontate dagli abitanti di Riverrun

La Sardegna è una terra misteriosa che si rivela inaspettatamente affettuosa, una regione dalla pelle di pietra arsa dal sole, dove si ha il privilegio di sentirsi stranieri in un mondo globalizzato che ha annientato ogni differenza. Emilio Rigatti ci arriva in bicicletta, con gli strascichi di un matrimonio finito male. Di fronte ai suoi occhi l'isola si rivela più grande di quello che sembra e più che  dai colori magici del mare il nostro ciclonauta si sente sedotto da quelli ruvidi e accesi dello interno: Ogliastra, Barbagia, Marghine... Trova nuovi amici a ogni tappa, la sua geografia si popola dell'accento inconfondibile della Isola, del modo generoso che hanno i sardi di far sentire lo straniero un ospite gradito. Il mal di amore si sarà attenuato con tanta bellezza tutto attorno? ICHNUSA. Guarire di Sardegna nell'isola di pietra di Emilio Rigatti. Anche in E-BOOK.

Buona Sardegna e buona estate a tutte e a tutti!

Libri correlati

Il tuo carrello

Procedi all'acquisto

Prosegui con lo shopping