Toggle navigation

Cicliste per caso

L’Italia in bici sulle tracce di Alfonsina Strada

C:\fakepath\9788865493618.jpg
  • PAGINE: 144
  • FORMATO: 13x20 cm
  • LINGUA: Italiano
  • RILEGATURA: brossura cucita filo refe, copertina con alette
  • PRIMA EDIZIONE: aprile 2021
  • ISBN: 9788865493618
  • ILLUSTRATORE: Giulia Neri
  • COLLANA: Biblioteca del ciclista
15.00   Ediciclo Editore

«Questo libro parla anche di tutte le velocità diverse che ci sono in un viaggio in bicicletta, di come le parole e le immagini per noi siano un modo per rallentare, di come spostarsi nel mondo pedalando ci abbia insegnato a ridurre i vestiti, gli oggetti, i bisogni, e di come ci abbia lasciate un po’ più nude ed esposte a prendere in faccia il mondo, a respirarlo tutto. E quando il viaggio è così, ridotto all’essenziale, al nudo e al crudo dell’esperienza della fatica e della bellezza, tutto quello che arriva è un regalo e una sorpresa. Questo ci sembra ci abbia insegnato viaggiare in bici. Questo e molto altro che non ha ancora trovato le parole».

«Dilatare il tempo, rallentarlo, starci dentro. Forse è questo il senso, per noi, di metterci in viaggio in bicicletta. Essere ancora quella bambina che ha imparato ad andare senza rotelle; essere Alfonsina quella prima volta che si è sentita padrona del mondo col vento in faccia; essere ogni bambina al mondo nel momento esatto in cui trova il coraggio di alzarsi dalla sella e scattare sui pedali veloce come il vento, più veloce dello scirocco, più veloce del maestrale».

Alfonsina è stata la prima e unica donna a correre il Giro d’Italia nel 1924, ed è ritenuta una pioniera nella parificazione di genere in campo sportivo. Da quando Linda e Silvia si sono imbattute nella sua storia, Alfonsina è diventata la loro musa ispiratrice e ha guidato tutti i loro viaggi, spronandole con il suo esempio di donna caparbia e libera, indicando loro la strada, è proprio il caso di dirlo. I 3.700 km pedalati in Italia sono dedicati a lei e a tutte le donne che le Cicliste per Caso hanno incontrato. Alcune erano donne semplici che hanno vissuto la propria vita in silenzio, quasi nell’ombra, altre, come la partigiana Angela, o Annalisa Durante, vittima della camorra, donne che sono entrate di petto nella storia. Tutte però, sono l’esempio e l’incarnazione di quell’idea di Alfonsina di andare dritti a inseguire le proprie passioni, senza tradire i desideri profondi che ci animano. Prefazione di Lorella Zanardo.

Il tuo carrello

Procedi all'acquisto

Prosegui con lo shopping