Toggle navigation

Le montagne del Trentino in 15 escursioni

Itinerari scelti dalla SAT in occasione dei 150 anni di attività

C:\fakepath\9788865494301.jpg
  • PAGINE: 192
  • FORMATO: 14x21 cm
  • LINGUA: Italiano
  • RILEGATURA: confezione filo refe, copertina con alette
  • PRIMA EDIZIONE: agosto 2022
  • ISBN: 9788865494301
  • COLLANA: Sentieri
19.00   Ediciclo Editore

In occasione dei 150 anni dalla fondazione della Società degli Alpinisti Tridentini (SAT), la maggiore Sezione CAI in Italia, vengono proposti quindici itinerari escursionistici distribuiti su tutto il territorio del Trentino, una provincia che vanta oltre 5.000 km di sentieri. Percorsi adatti a varie esigenze, ma generalmente percorribili da tutti, che spaziano dai giganti glaciali del Trentino occidentale, alle Prealpi con le testimonianze della Grande guerra e alle lucenti Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Proposte per vedere oltre il sentiero, apprezzare le peculiarità naturalistiche, la complessità della storia e una moltitudine di aneddoti.

La Società degli Alpinisti Tridentini (SAT) fu fondata a Madonna di Campiglio il 2 settembre 1872 con il nome di Società Alpina del Trentino. Primo presidente fu Prospero Marchetti. La prima riunione costitutiva si svolse a Madonna di Campiglio nel 1872. Nel 1881 venne costruito il rifugio alpino Tosa, nel settore centrale delle Dolomiti di Brenta. Nel 1920 la SAT divenne sezione del Club Alpino Italiano, mantenendo caratteristiche di autonomia. Gli anni che portano alla seconda guerra mondiale sono caratterizzati soprattutto dal ripristino dei rifugi, delle opere danneggiate dalla guerra e dall’apertura dell’alpinismo a tutti gli strati sociali con la nascita della SOSAT (Sezione operaia della SAT). Il Soccorso alpino, primo in Italia nel 1952 con il nome di Corpo Soccorso Alpino SAT, dal 2002 è parte della Protezione civile della Provincia di Trento. Fin dalla sua fondazione la SAT ha intrapreso un’intensa attività editoriale con la pubblicazione di 26 annuari e di oltre 400 pubblicazioni sociali. Dal 1904 pubblica il “Bollettino” sociale. Attualmente la SAT annovera quasi 25.000 soci, suddivisi in numerose Sezioni che abbracciano tutto il territorio trentino. Gestisce rifugi, bivacchi e diverse altre strutture che sono punto di riferimento indispensabile per la sicurezza e il ristoro degli alpinisti. Cura la segnaletica e la manutenzione di 5.500 km di sentieri alpini, sentieri attrezzati e vie ferrate grazie al lavoro dei soci volontari.

ECCO I 15 SENTIERI SELEZIONATI:

SENTIERO 1 – SOTTO LE CRESTE DEL BRENTA, DAL RIFUGIO “GRAFFER” AL RIFUGIO “TUCKETT”

SENTIERO 2 – DALLA VAL DI GENOVA AL RIFUGIO MANDRON AL COSPETTO DEI GHIACCI

SENTIERO 3 – SUL SENTIERO SAN VILI TRA PINZOLO E CAMPIGLIO

SENTIERO 4 – LA VAL LOMASONA SULLE TRACCE DEL MOVIMENTO COOPERATIVO

SENTIERO 5 – RIFUGIO LARCHER E PIANA DEL CÀRESER

SENTIERO 6 – MONTE BALDO – ALTISSIMO: UN COLPO D’OCCHIO SUL LAGO DI GARDA

SENTIERO 7 – IL RIFUGIO LANCIA ALLE PORTE DEL PASUBIO

SENTIERO 8 – RIFUGIO CIMA D’ASTA “OTTONE BRENTARI”

SENTIERO 9 – IN VAL DEI MOCHENI: IL RIFUGIO SETTE SELLE

SENTIERO 10 – LATEMAR: RIFUGIO TORRE DI PISA

SENTIERO 11 – AL RIFUGIO MONZONI “TORQUATO TARAMELLI”

SENTIERO 12 – LA VAL DURON FRA IL CATINACCIO ED IL SASSOPIATTO

SENTIERO 13 – VIE FERRATE NELLE PALE DI SAN MARTINO AL COSPETTO DELLO SPIGOLO DEL VELO DELLA MADONNA

SENTIERO 14 – LUNGO LE CRESTE DELLA MARZOLA

SENTIERO 15 – I MONTI D’ANAUNIA: DALLA MENDOLA AL ROÈN


Immagini interne

9788865494301.IN01.jpg 9788865494301.IN02.jpg 9788865494301.IN03.jpg
Libri correlati

Il tuo carrello

Procedi all'acquisto

Prosegui con lo shopping