Toggle navigation

Some Stories

Sfide di business e di sport di un imprenditore fuori dagli schemi

C:\fakepath\9788865493403.jpg
  • PAGINE: 464
  • FORMATO: 21,5x24 cm
  • LINGUA: Italiano
  • RILEGATURA: copertina cartonato olandese
  • PRIMA EDIZIONE: novembre 2020
  • ISBN: 9788865493403
  • COLLANA: Fuori Collana
45.00   Ediciclo Editore

Per quasi 80 anni Yvon Chouinard, fondatore di Patagonia, ha seguito i propri consigli, consacrandosi con pari entusiasmo ad avventure sportive, eccellenza imprenditoriale e attivismo ambientale. Dal 1950, registra quanto ha imparato e scoperto in articoli, libri, corrispondenza personale, poesie, introduzioni ed elogi funebri. I testi che compongono questo affascinante scorcio, frutto di anni di riflessioni, sono stati selezionati dallo stesso Chouinard e sono accompagnati da fotografie spesso inedite. Il risultato è una nuova dimostrazione del pensiero iconoclasta e provocatorio di Chouinard, nonché del suo talento di narratore e senso dell’umorismo, in un libro che illustra al contempo l’evoluzione delle sue idee e della sua filosofia. Nel leggere gli articoli sullo sport (dalla falconeria alla pesca, dall’arrampicata al kayak, dallo sci al surf) e le riflessioni sullo scopo dell’imprenditoria e dell’attivismo ambientale che compongono questo personalissimo volume, sembra di essere seduti sul divano in compagnia di quest’uomo straordinario mentre ci racconta le storie della sua vita sfogliando il suo album di fotografie. 

Some Stories è il ritratto eclettico di una vita eccezionale e vissuta bene. Nelle ultime pagine del libro Chouinard afferma di voler continuare a lanciare sfide alle persone, all’imprenditoria e al mondo, e presenta l’attuale mission dell’azienda, semplice, diretta: “Siamo in affari per salvare il nostro pianeta”. Una dichiarazione che sottolinea la gravità dell’emergenza ambientale e che ricorda a tutti noi il dovere di riflettere, impegnarci e agire per porvi rimedio.

«Some Stories è la stimolante retrospettiva della vita straordinaria di Yvon Chouinard. Un avvertimento, tuttavia: questo libro potrebbe farvi riconsiderare quello che state facendo nella vostra vita. Yvon è un imprenditore, avventuriero e attivista ambientale pieno di passione. Ma quello che ammiro di più è la sua propensione ad andare controtendenza. Se gli svedesi conferissero un Premio Nobel per gli iconoclasti, Chouinard vincerebbe a mani basse». Jon Kracauer, autore e giornalista.

«Io e Yvon abbiamo scalato montagne insieme; fatto trekking in Lo Montane, Cile; sciato fuori pista; esplorato la natura selvaggia russa in kayak; ci siamo fatti strada attraverso la boscaglia della Patagonia; abbiamo pescato salmoni, bonefish e trote; cacciato uccelli di altopiano; e ci siamo fatti grandi scorpacciate e bevute. In sua compagnia ho avuto a volte paura, ma mi sono sempre divertito e non mi sono mai annoiato. La nostra amicizia è una della cose migliori che mi siano successe nella mia lunga e fortunata esistenza». Tom Brokaw, autore e giornalista.

«Chouinard è il miglior esempio che conosca della combinazione tra il meglio dell’imprenditoria americana e i nostri impulsi più innovativi, generosi e democratici – anch’essi in pericolo di estinzione quanto la natura del nostro pianeta. In questo libro, Chouinard dà prova del suo stile brillante e inconfondibile, diretto e libero da luoghi comuni e superficialità. Senza fare prediche, il libro illustra il risultato ideale di una vita consacrata all’azione consapevole». Thomas McGuane, autore e pescatore.

«Alcune di queste storie sono entrate nella mia vita quando ero giovane, plasmando in maniera durevole le mie opinioni e i miei valori e catapultandomi verso quella che sarebbe diventata una vita molto avventurosa. Non chinare mai il capo davanti ai banchieri, togliti le scarpe e non voltare mai, mai le spalle a ciò che sai essere vero». Kristine Tompkins, ex direttrice esecutiva di Patagonia e presidente della Tompkins Conservation.

«Un maestro nell’arte di vivere non separa lavoro e gioco, fatica e piacere, mente e corpo, educazione e divertimento. Può a malapena distinguere l’uno dall’altro. Egli si limita a seguire la propria visione di eccellenza in tutto ciò che fa e lascia decidere agli altri se stia lavorando o giocando. Per quanto lo riguarda, ha sempre l’impressione di fare entrambe le cose». L.P. Jacks

Immagini interne

some_stories_4.jpg interno some stories.jpg interno some stories3.jpg interno some stories2.jpg Yvon dimostra la tecnica francese del piolet ramasse.png Yvon pesca sul Lago Fagnano, Terra del Fuoco. Doug Tompkins.png “Conquistatori dell’Inutile”, Antartide. Yvon Chouinard.png
Libri correlati

Il tuo carrello

Procedi all'acquisto

Prosegui con lo shopping